Giovedi 2 Ottobre l’Inaugurazione della Ludoteca nel reparto di Oncoematologia del Meyer

Al Meyer una nuova Ludoteca per i bambini

di Oncoematologia

È stata inaugurata una nuova Ludoteca nell’Ospedale Meyer: collocato nel reparto di Oncoematologia, questo nuovo spazio è stato pensato per i piccoli pazienti che non possono, per la loro malattia, raggiungere la Ludoteca centrale dell’ospedale: “L’idea è nata osservando tre bambine che giocavano insieme in uno spazio improvvisato – spiega la dottoressa Annalisa Tondo, medico oncoematologo del Meyer – Abbiamo voluto creare uno spazio che rispondesse a questo bisogno di normalità e insieme fosse un ambiente protetto, adatto ai piccoli pazienti che si trovano in condizione di immunodepressione a causa della malattia”.Uno spazio di gioco e socializzazione. La Ludoteca sarà aperta tutti i giorni con giochi, laboratori musicali, attività programmate e la possibilità di assistenza psicologica. Nasce come estensione del reparto stesso e sarà dedicata esclusivamente ai piccoli degenti di Oncoematologia, come spazio di gioco e socializzazione, anche per permettere loro di incontrare fratellini e sorelline in un’area protetta ma ‘altra’ rispetto a quella della malattia.

Le associazioni. È stata realizzata grazie al contributo delle associazioni “Un Amico per Tutti” e “Sarò Grande”: al suo interno un quadro con i loro disegni ricorda Manuel e Cosimo, i due bambini ai quali è stato dedicato il nuovo spazio.

L’inaugurazione si è tenuta ieri mattina alla presenza della direzione sanitaria dell’Aou Meyer, del personale del reparto, della Fondazione e delle associazioni coinvolte. L’occasione, per i piccoli del reparto, si è trasformata in una mattinata di festa anche grazie alla presenza dei clown, dei musicisti e degli operatori di pet therapy del Meyer.

_DSC0061 _DSC0059 _DSC0056 _DSC0043 _DSC0041 1622647_373502072810498_5697889751942152294_n 10710540_373502392810466_2427965677720638297_n 16352_373502136143825_8830558197084802066_n 10472662_373501942810511_5140154932482307346_n 10615631_373502319477140_5596790900755258216_n (1) 2 3 IMG_2396 IMG_2397 10710540_373502392810466_2427965677720638297_n

 Prima di tutto  dobbiamo spiegare cos’è il reparto di Oncoematologia: qui vengono curati i bimbi ed i ragazzi fino a 18 anni (a volte anche più grandi), è un reparto chiuso ci sono regole e restrizioni pensate sopratutto per preservare i piccoli pazienti che durante le terapie non hanno difese immunitarie e sono perciò sensibili a infezioni di ogni genere.

All’interno ci sono 5 camere doppie e due singole, unico luogo in comune il grande corridoio che a volte viene utilizzato per fare due passi, nella maggior parte dei casi i ragazzi sono costretti a letto per lunghi periodi e anche se loro camere sono dotate di tv e lettore cd, rimangono pur sempre quello che sono…il loro guscio protettivo ma anche il luogo della sofferenza, dove è difficile evadere anche solo con il pensiero…

Dunque, l’idea di avere una ludoteca in un reparto così delicato è nata da questa situazione: un pomeriggio, la dottoressa Annalisa Tondo ha trovato due bimbe a giocare nel corridoio (una di loro, Anna, era presente all’inaugurazione), avevano sparso tutti i semi sul pavimento dove loro stesse erano sedute, lei ha accolto questa richiesta fotografando il momento ed impegnandosi subito per la realizzazione della ludoteca appoggiata dal primario Dott. Franco Bambi e dal dirigente sanitario Dottoressa Frassineti Monica.

A quel punto hanno contattato UN AMICO PER TUTTI proponendoci il progetto che abbiamo immediatamente accettato. A gennaio abbiamo infatti inviato i soldi raccolti nel nostro primo anno di lavoro. Successivamente ci hanno proposto di condividere il progetto con l’Associazione Sarò Grande Onlus di Stia (AR) i quali desideravano occuparsi dell’allestimento interno, ovviamente ci ha fatto piacere, Barbara e Mirko sono genitori speciali che come me e Giampiero hanno dovuto e voluto raccogliere le forze e darsi da fare per chi ancora sta lottando.

Ed eccoci quindi ad oggi, momento indimenticabile, emozionante, vedere i bambini del reparto: Davis, Nicoletta, Raffaello entrare in ludoteca con le loro pompe, con i loro genitori orgogliosi e intimoriti al tempo stesso, vedere quelle piccole mani che tagliavano il nastro, vederli dentro quella stanza colorata e luminosa..pensare ai bambini che apprezzeranno quei giochi in legno scelti con tanto amore e a quelli che avrebbero dovuto esserci..

All’interno c’è un pannello grande e colorato con i disegni di Manuel e di Cosimo perchè in fondo loro sono stati fondamentali, hanno unito le forze dei loro genitori, dei loro amici, dei loro parenti, dei medici, degli infermieri, degli animatori, e di tutte le persone che hanno conosciuto, per arrivare al 2 ottobre 2014.

Nella ludoteca potranno entrare solo i bambini del reparto, non avrà orari di apertura e chiusura, rimarrà comunque a disposizione per le varie attività che gli animatori, le psicologhe, i fisioterapisti, i musicisti ecc. potranno concordare con quei pazienti che possono alzarsi ma soprattutto sarà gestita dai bimbi: saranno loro che potranno gestirla prima di tutti, a tal proposito è stata messa una lavagna bianca accanto alla porta dove indicheranno la prenotazione per le loro attività (e noi speriamo che siano tante).

Ovviamente devono sentirsi orgogliose tutte le persone che hanno fiducia in noi, che ci seguono negli eventi e ci affidano i loro contributi, ve lo ripeteremo sempre: senza di voi tutto questo non sarebbe stato possibile!


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *